Isoradio

News - Scoperti migliaia di bambini mai vaccinati. Intervista al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Del 7 dicembre 2017

  • Andato in onda:07/12/2017
  • Visualizzazioni:
      Elena Carbonari intervista il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, sui vaccini.

      La storia:  ragazzi di una scuola di Novi Ligure si sono vaccinati contro l'influenza per proteggere un loro compagno di classe, malato di cancro.








      "Abbiamo scoperto a seguito del decreto vaccini che migliaia e migliaia di bambini di sei-sette-otto anni non sono mai stati vaccinati per nulla, neanche per l'antitetanica. Quindi con una situazione di pericolosità veramente grande per loro e per la collettività, dovuta all'ignoranza. Ed è questo uno degli aspetti che fanno più paura in questo momento". A dirlo  il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, intervenendo su Rai Isoradio.

         Riferendosi al caso dei ragazzi di Novi Ligure che hanno scelto di vaccinarsi contro l'influenza per proteggere un compagno malato di tumore il ministro, dal quale ieri era già arrivato un plauso per il gesto, commenta: "E' una bellissima storia e quando andrò a Novi Ligure passerò a trovarli, ed è  una storia che ci fa capire quanto ancora abbiamo bisogno di lavorare molto sul tema della scienza, dell'informazione scientifica, ed è stato poi il tema vero del decreto vaccini".

      "Ieri - aggiunge - ho telefonato al preside della scuola e ho parlato anche con la loro insegnante.  una storia bellissima perché nata spontaneamente dai ragazzi i quali, per permettere al loro compagno che ha un cancro di poter frequentare la scuola (perché se si ammalasse in una situazione in cui è immunodepresso di influenza sarebbe una cosa molto grave, lo metterebbe seriamente a rischio) si sono tutti vaccinati e al contempo hanno fatto tutta una serie di iniziative anche a favore dei vaccini col professore di scienze, discutendone con i compagni di classe, parlando di cultura scientifica e anche di biologia, di chimica. E' stata una bellissima esperienza e ci dà anche uno spaccato sui giovani: tendiamo sempre a parlare di ragazzi e ragazze vedendo i fenomeni negativi, la droga, l'alcol, le situazioni di violenza e bullismo, invece questa è la realtà: la realtà del 99% dei nostri ragazzi, che hanno un grande cuore e che vanno solo stimolati alla riflessione".

      Commenti

      Riduci