Notiziario CCISS del giorno 25/06/2019 ore 17.30

Ascolta la diretta

Contatta Isoradio
via sms 348 / 103.10.10
I vostri messaggi
VISUALIZZA GLI ALTRI SMS

Meteo Mobilità


Isoradio riceve e distribuisce le previsioni sull'andamento meteorologico per le esigenze di chi si sta muovendo e può solo ascoltare. Vai alla pagina delle previsioni
Collaborazioni CCISS Aiscat Polizia di Stato Autostrade Arma dei Carabinieri ANASACI

Traffic Message Channel


Il Traffic Message Channel (TMC) è un servizio dati che viene trasmesso "paralellamente" all'audio, sfruttando il canale Radio Data System (RDS). Infatti l'RDS offre moltissime altre funzioni, oltre quella banale di far leggere il nome dell'emittente sul display della radio. Il TMC contiene tutte le notizie sul traffico rese disponibili dal CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi dispone di un autonavigatore che fornisce le informazioni in tempo reale sfrutta appieno il servizio RDS-TMC poiché l'autonavigatore usa una piccola radio FM per riceverle. La distribuzione del servizio RDS-TMC della RAI è totalmente gratuita essendo la RAI il Broadcaster Pubblico.
Leggi tutto

In Primo Piano

La Germania triplicherà le strade con pagamento del pedaggio

Dal 1° luglio 2018, per i mezzi pesanti

08-05-2018 11:50

La Germania triplicherà le  strade con pagamento del pedaggio

Dal prossimo 1° luglio 2018 i mezzi pesanti che vorranno viaggiare in tutte le strade statali della Germania dovranno pagare il relativo pedaggio.

In molti Paesi europei ferve il dibattito su come accollare al trasporto su gomma l'effettivo costo della realizzazione, manutenzione e gestione delle infrastrutture stradali per i meziz su gomma; tale costo è infatti ribaltato su una molteplicità di Enti, e in parte sostenuto tramite la fiscalità generale. La soluzione più razionale è far pagare un pedaggio legato alla percorrenza, alle dimensioni del mezzo, al peso del veicolo, all'orario, alla velocità media di percorrenza, e agli altri parametri che si vorranno considerare per indirizzare le scelte di trasporto verso gli obiettivi di interesse pubblico.

La Germania si sta muovendo in anticipo sul resto d'Europa. Questa novità è il frutto dell’entrata in vigore del quarto emendamento del Federal Tunk Road Toll Act tedesco, del 31 marzo 2018, che pone come obiettivo al Paese  il miglioramento della rete stradale e autostradale, al fine di garantire infrastrutture più sicure e moderne. In Italia si discute su se e come far pagare il pedaggio sulle strade ANAS, oltre che su quelle già pedaggiate; la tecnologia sta evolvendo e non è da escludere che si arrivi, prima o poi,  a una soluzione simile a quella tedesca. Le "strade intelligenti" forniranno il supporto necessario per i collegamenti dati.

Il governo tedesco ha stimato che dagli attuali 15.000 chilometri di strade statali e autostrade a pagamento si passerà in poco tempo ai 40.000 chilometri, il tutto incaricando la società Toll Collect di porre le basi tecniche del programma di espansione pedaggi.

Ricordiamo che le aziende che sono registrate con Toll Collect e i cui camion sono già dotati di unità di bordo (OBU) non dovranno effettuare interventi dovuti all’espansione della rete dei pedaggi; ciò significa che, già da oggi, le stesse imprese godono di unità di bordo pronte a confrontarsi con l’estensione della tariffazione a pedaggio sulle strade statali tedesche.

Per le aziende, invece, che si recheranno per la prima volta in Germania a partire dal luglio 2018, Toll Collect invita a pagare il pedaggio tramite l’accesso automatico effettuato con unità di bordo; le stesse aziende, per rendere operativa l’OBU, dovranno registrarsi online al portale clienti di Toll Collect e poi installare una OBU.

Vale la pena ricordare anche, che le unità di bordo verranno preparate gradualmente al pagamento del pedaggio su tutte le strade nazionali; questo comporterà che né le imprese di trasporto, né tanto meno i conducenti dovranno materialmente fare nulla a bordo del veicolo.

Nell’immediato futuro, durante il viaggio infatti, l’OBU mostrerà il numero di assi del mezzo e il relativo peso a seconda che il veicolo sia inferiore, pari o superiore alle 7,5 ton. Tutte le OBU dovrebbero passare poi alla nuova schermata entro la primavera del 2018.

Infine, dovendo attendere la conclusione dei lavori di installazione dei nuovi terminali per il pagamento dei pedaggi sia a livello nazionale ma anche in prossimità dei confini tedeschi, sarà possibile pagare il contributo anche attraverso i vecchi terminal, ovviamente nei luoghi dove non siano state installate ancora le nuove unità.

Tutto ciò comporterà che fino al maggio 2018 le rotte registrate, tramite la vecchia procedura di accesso manuale, potranno essere annullate solo tramite i vecchi terminali di pedaggio, così come per le rotte in cui è stato utilizzato il nuovo metodo sarà possibile cancellare un percorso solo tramite nuovi terminali o tramite un nuovo accesso online.

Per ulteriori chiarimenti riportiamo di seguito il link al sito tedesco della Toll Collect:

https://www.tollcollect.de/en/toll_collect/rund_um_die_maut/mautausweitung_2018/mautausweitung_2018.html



Ulteriori informazioni e un calcolatore gratuito del costo del pedaggio in Germania sono disponibili sul sito DKV https://www.dkv-euroservice.com/de/leistungen/maut/maut-pro-land/deutschland/.

Rai.it

Siti Rai online: 847