Notiziario CCISS del giorno 20/11/2018 ore 9:24

Ascolta la diretta

Contatta Isoradio
via sms 348 / 103.10.10
I vostri messaggi
VISUALIZZA GLI ALTRI SMS

Meteo Mobilità


Isoradio riceve e distribuisce le previsioni sull'andamento meteorologico per le esigenze di chi si sta muovendo e può solo ascoltare. Vai alla pagina delle previsioni
Collaborazioni CCISS Aiscat Polizia di Stato Autostrade Arma dei Carabinieri ANASACI

Traffic Message Channel


Il Traffic Message Channel (TMC) è un servizio dati che viene trasmesso "paralellamente" all'audio, sfruttando il canale Radio Data System (RDS). Infatti l'RDS offre moltissime altre funzioni, oltre quella banale di far leggere il nome dell'emittente sul display della radio. Il TMC contiene tutte le notizie sul traffico rese disponibili dal CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi dispone di un autonavigatore che fornisce le informazioni in tempo reale sfrutta appieno il servizio RDS-TMC poiché l'autonavigatore usa una piccola radio FM per riceverle. La distribuzione del servizio RDS-TMC della RAI è totalmente gratuita essendo la RAI il Broadcaster Pubblico.
Leggi tutto
Scarica l'Applicazione Radio Rai

In Primo Piano

Il Ministro delle Infrastrutture Sen. Danilo Toninelli, a Isoradio

Verranno assunti ingegneri per attuare i controlli delle infrastrutture stradali

23-10-2018 18:00

Il Ministro delle Infrastrutture Sen. Danilo Toninelli, a Isoradio

 

"Abbiamo voluto fare un decreto che comprendesse tutte le esigenze della città, 73 milioni e 300 mila euro per gli sfollati che avranno tutti i soldi per una nuova casa. Abbiamo anche messo 35 milioni per le imprese danneggiate  dal crollo ponte e 30 milioni di euro per la Cig in deroga". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, a Isoradio, parlando del Dl Genova.

Con l'Agenzia per la sicurezza e il controllo delle infrastrutture, la cui istituzione e' prevista nel Dl Genova, il governo ha "ribaltato il sistema di  intervento dello Stato, che purtroppo fino a oggi e' stato sempre conseguenza di un'emergenza o di una tragedia," mettendo al centro la "prevenzione".

Un'Agenzia, ha spiegato Toninelli, grazie alla  quale "assumiamo tantissimi giovani ingegneri che finalmente usciranno dagli uffici e andranno sotto i viadotti, all'interno delle gallerie e nelle vie a controllare lo stato di salute delle opere e, nel caso in cui queste opere 'non stiamo bene' diranno al concessionario di effettuare interventi di sicurezza, e se non lo fara' ci saranno le sanzioni, e poi la revoca. Tutto coordinando un sistema informatico, un archivio  nazionale delle infrastrutture in cui il cittadino potra' sapere come sta quel ponte o quella galleria".

"A inizio dicembre andro' in Europa a parlare con gli altri ministri europei delle Infrastrutture per  dire che, magari non solo l'Italia ma anche tutti gli altri  Paesi, dovrebbero chiedere insieme al sottoscritto che gli interventi di messa in sicurezza di ponti, gallerie, autostrade, viadotti devono essere scomputati dai vincoli di bilancio dei vari trattati europei

"Le infrastrutture che mi preoccupano di piu' sono quelle in mano alle Province, che la disastrosa riforma Delrio voleva abolire e che non hanno piu' i fondi". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ai microfoni di Isoradio. E ha spiegato: "Dobbiamo intervenire con fondi e risorse per sostituirci su quello che le Province non riescono a fare.”

"Stiamo predisponendo- spiega il ministro- un piano di  incentivi per i Comuni che metteranno in campo azioni tali da far  diminuire il numero delle vittime. In Parlamento sta iniziando l'iter di riforma del codice strada, ci sara' anche un intervento  di inasprimento delle pene. Ma io non voglio solo punire, la cosa  fondamentale e' anche educare, fare ad esempio un'attivita' di  educazione tra i giovani". Toninelli si dice "d'accordissimo" con "l'insegnamento  dell'educazione stradale gia' a partire dalle scuole medie e superiori, mi prendo l'impegno a parlarne con il ministro dell'Istruzione".

Rai.it

Siti Rai online: 847