Notiziario CCISS del giorno 25/06/2019 ore 17.30

Ascolta la diretta

Contatta Isoradio
via sms 348 / 103.10.10
I vostri messaggi
VISUALIZZA GLI ALTRI SMS

Meteo Mobilità


Isoradio riceve e distribuisce le previsioni sull'andamento meteorologico per le esigenze di chi si sta muovendo e può solo ascoltare. Vai alla pagina delle previsioni
Collaborazioni CCISS Aiscat Polizia di Stato Autostrade Arma dei Carabinieri ANASACI

Traffic Message Channel


Il Traffic Message Channel (TMC) è un servizio dati che viene trasmesso "paralellamente" all'audio, sfruttando il canale Radio Data System (RDS). Infatti l'RDS offre moltissime altre funzioni, oltre quella banale di far leggere il nome dell'emittente sul display della radio. Il TMC contiene tutte le notizie sul traffico rese disponibili dal CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi dispone di un autonavigatore che fornisce le informazioni in tempo reale sfrutta appieno il servizio RDS-TMC poiché l'autonavigatore usa una piccola radio FM per riceverle. La distribuzione del servizio RDS-TMC della RAI è totalmente gratuita essendo la RAI il Broadcaster Pubblico.
Leggi tutto

In Primo Piano

Per i 28 Stati membri UE più sicurezza stradale

E molta più attenzione ai consumi

18-05-2018 06:00

Per i 28 Stati membri UE più sicurezza stradale

 

Il nuovo pacchetto, terze e ultimo, di norme emanato dalla Commissione Trasporti della UE punta  a mezzi di trasporto meno inquinanti degli attuali, sfruttando l’automatizzazione dei veicoli per accrescere la sicurezza stradale.

Si   propone per la prima volta il taglio delle emissioni per i camion, con un obiettivo di -15%  dai livelli del 2019 entro il 2025 e poi di almeno -30% entro il2030.

Vengono poi previste misure per mezzi pesanti più aerodinamici e nuove etichettature per pneumatici, oltre a un Piano d'azione sulle batterie per le auto elettriche, che stanno creando un problema di riciclaggio. Inoltre i veicoli nuovi  dovranno essere dotati per quanto possibile di dispositivi di assistenza alla guida tramite automatizzazione - dal freno automatico al controllo di velocità, al controllo della corsia , a  videocamere negli angoli morti per evitare pedoni e ciclisti; nulla a che fare con la guida senza conducente.

Si estendono anche alle strade statali le regole Ue sulla sicurezza attualmente in vigore solo per le autostrade. L'obiettivo è dimezzare ulteriormente le vittime degli incidenti entro il 2030. C'è poi una strategia per  auto più informatizzate: per il 2019 i veicoli nuovi dovranno poter fruire del  sistema di geoposizionamento satellitare Galileo ed entro il 2022 dovranno essere collegate alla rete dati (internet). La ricezione dei dati di geoposizionamento consente alla vettura di sapere “dove si trova”, il collegamento alla rete dati consente di ricevere e inviare dati alla vettura; questo rende possibile il “tracciamento” in tempo reale di ogni veicolo, con ricadute imponenti sulla possibilità di controllarne il comportamento.  Diventerà possibile, nel prossimo futuro, sapere ogni volta una vettura viola il limite di velocità ad esempio, e la sanzione potrà essere automatizzata  non appena sarà adeguata la normativa. Non solo, il sistema Galileo  consentirà di conoscere la posizione della vettura con la precisione di qualche centimetro, e quindi sarà anche possibile verificare automaticamente se il veicolo è in divieto di sosta o meno.

Mentre oggi è possibile spegnere il telefono, se ha il GPS, per non essere tracciati, nel prossimo futuro le vetture saranno tracciabili “sempre e ovunque”. Quello che abbiamo visto solo nei fil di fantascienza di 40 anni fa si realizzerà tra 2-3 decenni.

Rai.it

Siti Rai online: 847