Notiziario CCISS del giorno 21/01/2019 ore 12.22

Ascolta la diretta

Contatta Isoradio
via sms 348 / 103.10.10
I vostri messaggi
VISUALIZZA GLI ALTRI SMS

Meteo Mobilità


Isoradio riceve e distribuisce le previsioni sull'andamento meteorologico per le esigenze di chi si sta muovendo e può solo ascoltare. Vai alla pagina delle previsioni
Collaborazioni CCISS Aiscat Polizia di Stato Autostrade Arma dei Carabinieri ANASACI

Traffic Message Channel


Il Traffic Message Channel (TMC) è un servizio dati che viene trasmesso "paralellamente" all'audio, sfruttando il canale Radio Data System (RDS). Infatti l'RDS offre moltissime altre funzioni, oltre quella banale di far leggere il nome dell'emittente sul display della radio. Il TMC contiene tutte le notizie sul traffico rese disponibili dal CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi dispone di un autonavigatore che fornisce le informazioni in tempo reale sfrutta appieno il servizio RDS-TMC poiché l'autonavigatore usa una piccola radio FM per riceverle. La distribuzione del servizio RDS-TMC della RAI è totalmente gratuita essendo la RAI il Broadcaster Pubblico.
Leggi tutto

In Primo Piano

Aumenta la spesa per benzina e gasolio auto

In Maggio meno consumi (-0,3%) e piu’ spesa ( +6,7%)

22-06-2018 15:07

Aumenta la spesa per benzina e gasolio auto

 


La dipendenza dalle importazioni petrolifere dell’Italia è rimasta immutata, così come le conseguenze.

Continua infatti ad aumentare la spesa per i carburanti auto degli italiani e non per un aumento dei consumi ma, come è ben noto, per la crescita dei prezzi alla pompa.

Secondo la stima del Centro Studi Promotor, in maggio gli italiani hanno speso per l’acquisto di benzina e gasolio auto 5,088 miliardi di euro: il 6,7% in più rispetto a maggio 2017 nonostante un calo dei consumi dello 0,3%. 

E’ la crescita dei prezzi alla pompa a far lievitare la spesa e le prospettive per i prossimi mesi appaiono di ulteriore crescita, il che dovrebbe contribuire a scoraggiare i consumi e quindi a ridurre l’inquinamento. Il prezzo medio della benzina, che in maggio era di 1,616 euro al litro, la settimana scorsa ha toccato quota 1,645 euro di cui 1,025 euro vanno al Fisco per le accise e per l’Iva, contribuendo al contenimento del debito pubblico. Il  gasolio  in maggio costava mediamente 1,494 euro, mentre il prezzo medio della settimana scorsa è stato di 1,525 euro (di cui 0,892 euro vanno al fisco).

Chiaro  per le famiglie e le imprese italiane il bilancio dei primi cinque mesi del 2018. A fronte di consumi sostanzialmente stabili la spesa è stata di  22,677 miliardi con un incremento del 3,1% sullo stesso periodo del 2017. Di questa spesa 13,995 miliardi sono andati al Fisco contribuendo al Bilancio dello Stato, mentre ben 8,682 miliardi sono andati all’industria petrolifera e alle sue reti di distribuzione; la quota che va allo Stato è insufficiente per  sostenere i costi della mobilità (infrastrutture, incidenti, sanità, vigilanza, ecc.) inclusi anche quelli “sommersi”  e da anni la Commissione Europea sollecita un mezzo per far pagare i costi ai “veri” utenti e non a tutti i cittadini che contribuiscono alla fiscalità generale, anche perché sia possibile un confronto corretto tra i costi della mobilità pubblica e di quella privata.

Rai.it

Siti Rai online: 847