Notiziario CCISS del giorno 21/09/2020 ore 8.24

Ascolta la diretta

Contatta Isoradio
via sms 348 / 103.10.10
I vostri messaggi
VISUALIZZA GLI ALTRI SMS

Meteo Mobilità


Isoradio riceve e distribuisce le previsioni sull'andamento meteorologico per le esigenze di chi si sta muovendo e può solo ascoltare. Vai alla pagina delle previsioni
Collaborazioni CCISS Aiscat Polizia di Stato Autostrade Arma dei Carabinieri ANASACI

Traffic Message Channel


Il Traffic Message Channel (TMC) è un servizio dati che viene trasmesso "paralellamente" all'audio, sfruttando il canale Radio Data System (RDS). Infatti l'RDS offre moltissime altre funzioni, oltre quella banale di far leggere il nome dell'emittente sul display della radio. Il TMC contiene tutte le notizie sul traffico rese disponibili dal CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi dispone di un autonavigatore che fornisce le informazioni in tempo reale sfrutta appieno il servizio RDS-TMC poiché l'autonavigatore usa una piccola radio FM per riceverle. La distribuzione del servizio RDS-TMC della RAI è totalmente gratuita essendo la RAI il Broadcaster Pubblico.
Leggi tutto
[an error occurred while processing this directive]

Per diventare il prossimo Steve Job

Come devono essere gestiti, e gestirsi, i creativi tecnologici

25-07-2014 16:05

Per diventare  il prossimo Steve Job

A 71 anni  Nolan Bushnell scrive "Chi sarà il prossimo Steve Job" mettendo “in serie” cinquanta buone idee, trascritte da Gene Stone.

In questi cinquanta “pong” Bushnell disegna cinquanta buoni consigli per l’imprenditore (Bushnell non tratta molto bene i manager, definiti “signor no”) per scegliere, trattenere e coltivare i “creativi” di cui le organizzazioni hanno bisogno. Leggendolo, sembra di leggere un manuale di gestione  aziendale al contrario, e Bushnell cita continuamente prassi aziendali esattamente opposte a quelle che lui consiglia. Nel pong “fate mettere per iscritto le obiezioni” descrive perfettamente i manager  che “non fanno carriera grazie alle loro idee, ma perché sanno come fare carriera.”

Dopo essersi laureato in ingegneria elettrica, Bushnell lavorò all’Ampex, da cui fuggì per fondare Atari, azienda dei primi videogiochi,  per poi dare vita a Chuck E. Cheese's e a più di venti altre aziende. Ha avuto anche tra i suoi dipendenti Steve Job, che lo lasciò per fondare la Apple, portandogli anche via un po’ di dipendenti.

L’approccio di Bushnell al “come “ trattare i  creativi probabilmente è applicabile solo in un contesto di crescita velocissima dove i dipendenti creativi possano ricevere retribuzioni adeguate all’impegno “no limits” richiesto, e sconta il punto di vista da imprenditore che Bushnell ha da decenni. Steve Job viene citato continuamente ad esempio per la sua dedizione fanatica e totale al lavoro, e il corollario è che il “vero” creativo finisce sempre con il mettersi in proprio. Le 222 pagine di questo libro (Ed. Hoepli. Copertina rigida.  19,90 euro) si leggono in un fiato e sono d’interesse per due categorie di persone: l’imprenditore “veramente” interessato a scegliere e mantenere in azienda i creativi, e il creativo che debba “sopportare”  l’azienda per il tempo strettamente indispensabile per mettersi in proprio. Bushnell dichiara, onestamente, e ripetutamente, che il suo approccio non viene quasi mai seguito nelle aziende “normali”, tuttavia è prodigo di consigli. Alcuni sottilmente comici, quando elogia i dipendenti della Apple che creano fatturato pro-capite per 750.000 dollari incassandone 25.000.

 E’ un libro che sembra facile, e si legge d’un fiato, ma che merita una lunga riflessione. Scritto per imprenditori,  può essere letto dai "creativi tecnologici "come un manuale su cosa “veramente” aspettarsi in azienda,  e come “veramente” comportarsi...e mettersi in propriio...e infatti Steve Job lasciò l’Atari. In un mondo che cambia in continuazione Bushnell ci dice che l’azienda deve fare di tutto per mantenere i creativi, ma ci dice anche che l’obiettivo finale per i creativi deve essere  mettere su una “propria” azienda, pena l’essere licenziati quando la creatività diventerà insufficiente, o non sia abbastanza concreta (Il che inesorabilmente accade con l'età, perché Bushnell non cita un solo creativo "maturo"). Interessante, e incoraggiante,  la predizione di Bushnell sul futuro successo delle automobili  a guida automatica. 

[|]




Gli autori

 

Nolan Bushnell è un pioniere della tecnologia, imprenditore e ingegnere. Spesso citato come padre dell’industria dei videogame, è meglio noto come fondatore di Atari e di Chuck E. Cheese’s Pizza Time Theatre. La sua nuova impresa, Brainrush, attinge agli ultimi sviluppi nello studio del cervello umano per puntare a migliorare la didattica. Vive a Los Angeles.
Gene Stone (www.genestone.com) ha scritto 35 libri sugli argomenti più svariati. Vive a New York.

 

Sommario (ogni titolo è un “pong”)

Introduzione. Trovare e assumere il nuovo Steve Jobs - Fatevi pubblicità usando il vostro ambiente di lavoro - Datevi pong flessibili - Fatevi pubblicità in modo creativo - Cercate passione ed entusiasmo - Ignorate i titoli di studio - Scoprite gli hobby - Usate il personale come risorsa - Evitate i cloni - Scegliete persone odiose - Scegliete i fuori di testa - Trovate i bistrattati - Guardate tra gli appostati - Fate domande sui libri - Salpate l’ancora - Assumete chi avete sotto il naso - Setacciate i tweet - Entrate nelle community creative - State attenti a chi si atteggia - Fate domande strane - Fate colloqui approfonditi - Tenersi stretto il nuovo Steve Jobs e farlo crescere - Festeggiate - Istituite un certo grado di anarchia - Accettate gli scherzi - Fate progetti speciali - Difendete l’equità - Mandateli in isolamento - Difendete le cattive idee - Premiate gli insuccessi - Pretendete il rischio - Brindate ai fiaschi - Fate da mentori - Trattateli da adulti - Create una catena creativa - Create uno spazio creativo - Fissate un demo day - Incoraggiate l’iperattività - Metteteli in preallarme - Imparate la lingua dei creativi - Pensate a giocare - Neutralizzate i signor no - Fate mettere per iscritto le obiezioni - Portate i creativi in posti creativi - Fate qualcosa per i ricchi - Cambiate ogni giorno, ogni ora - Tirate i dadi - Non seguite le procedure - Fate un giro su Wikipedia - Non contate sui contabili - Inventate feste a caso - Mescolate le carte - Andate a dormire - Concludendo . Ringraziamenti . Gli autori

Rai.it

Siti Rai online: 847